venerdì 23 marzo 2012

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - L'importanza dell' aperitivo


Ieri dopo mesi io e le mia giovane sposa ci siamo guardati e abbiamo detto : "Perchè non ci andiamo a prendere un aperitivo?", poi sempre guardandoci ci siamo risposti :
"Ma dai, sì...perchè no!". La parola aperitivo deriva dal verbo latino "aperire" che significa : "Aprire le vie per eliminiazione". Questo perchè un drink e una piccola quantità di cibo prima dei pasti stimola gli acidi gastrici che faciliteranno la digestione una volta a tavola. Il primo aperitivo risale agli antichi Romani con la bevanda "mulsum", fatta di vino e  miele, ma dopo anni ed anni che continuavano a bere sta cosa si resero conto che faceva cagare e rovinava pure l'appetito. Per fortuna arrivarono i Torinesi che inventando il Vermouth (vino bianco + erbe) diedero ufficialmente origine all'aperitivo; da lì si scatenò l'inferno e a ruota arrivarono:il Negroni, l'Americano, il Pirlo, lo Spritz, il Campari, il Rossini, il San Pellegrino  e poi l' Americano inventato a Firenze (in realtà si chiamava Camericano, ma i Fiorentini non riuscivano a dire la "C"). Tornando all'aperitivo di Jacopo e Risiko Fuxia, da subito si possono notare 2 tipi di approccio; Carlotta potrebbe essere studiata e commentata da un esperto di Bon Ton che potrebbe dirvi: "Come vedete la signorina ha un atteggiamento calmo e posato, tiene il suo calice di vino bianco fermo con la delicatezza di chi raccoglie un tulipano e con la stessa leggiadria si porta alla bocca una tartina con trito di pomodoro fresco, origano e olive taggiasche. Lo stesso esperto di Bon Ton guardano Jacopo direbbe: "Santo cielo fermate quel pazzo!!!" e chiamerebbe a sostituirlo Piero Angela. Piero Angela osservando Jacopo direbbe: Il gibbone della foresta pluviale, una volta che stabilisce il contatto visivo col cibo, diventa aggressivo ed essendo un animale territoriale cerca di scacciare dal buffet gli altri soggetti appartenenti alla specie. Grazie  alle sue braccia lunghe e agli arti inferiori prensili, può prendere 16 tartine alla volta. La sua ingordigia lo porta a spingersi il cibo in bocca mentre contemporaneamente beve del Negroni che lo aiuta a ingerire il bolo alimentare. La cosa impressionante di questo primate e che nonostante abbia preso con la forza tutto ciò che serve alla sua sussistenza non distoglie lo sguardo dal buffet...comportamento tipico del maschio dominante Alfa, che tra l'altro non si cura di portare alla sua compagna neanche una tartina. Vediamo come la femmina lo guarda ed emette un verso gutturale come a dirgli : "Calmati, fai schifo".

7 commenti:

  1. in zona buffet ci assomigliamo parecchio!!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Non ho mai riso tanto leggendo un blog!! jacopo sei un mito!!

      Elimina
  2. ohsssi! perdere la dignità davanti al buffet non ha prezzo, ed è il mio sport preferito!

    RispondiElimina
  3. A volte io prendo le cose e le scaravento a terra pur di non farle mangiare agli altri.
    Poi mi sento in colpa per tutta la gente che non ha da mangiare, e allora le rimetto nel buffet.

    RispondiElimina
  4. dalla descrizione minuziosamente curata nei minimi dettagli, direi che assomigli ad Adriano Pappalardo quando sull'Isola dei minchioni si è scagliato sul buffet come un puma
    ... VOTO 4

    RispondiElimina
  5. Dove andate ad "aperitare" tu e la tua bella?

    RispondiElimina