lunedì 20 agosto 2012

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - La classifica dei Tipi da Spiaggia


Io e Risiko Fuxia appena scattata l'ora X delle vacanze, abbiamo lanciato i vestiti e ci siamo infilati il costume da bagno. Una volta in costume come ogni anno ci prendiamo per mano e cominciamo a correre per le spiagge, a rallenty, felici...con la colonna sonora di un film d'amore americano degli anni '80. E così abbiamo fatto per
varie spiagge, poi visto che è una settimana che corriamo per mano a rallenty...ci siamo anche rotti le palle e così oggi ci siamo seduti su 2 asciugamani a guardare la gente intorno a noi. Così facendo è venuta fuori una spettacolare classifica di "TIPI DA SPIAGGIA" che è partita dall'attenta osservazione e da alcuni scatti di oggi, integrati con  elementi tratti dalle nostre estati precedenti . Cominciamo subito e alla decima posizione troviamo:
1) IL PAPA' CHE FA IL CASTELLO DI SABBIA: 
 Il papà che fa il castello di sabbia per il figlio di 2 anni, ma poi si dimentica del figlio e comincia a costruire  come se fosse un capo cantiere...se passi vicino al castello si incazza come una bestia (e tra l'altro non si accorge di avere fatto una roba che ricorda la merda gigante del Triceratopo di Jurassic Park, mentre il figlio è già con a casa con la madre).
2) I DUE PSICOPATICI CHE GIOCANO A RACCHETTONI:
In realtà partono come 2 persone normali che comprano nell'edicola fuori dalla spiaggia i racchettoni e dicono:"Ma sì...proviamo a fare due tiri..." poi vengono presi da una smania da competizione sportiva e vanno avanti 4 ore credendo di essere alla finale di Wimbledon...(tra l'altro lanciandosi sulla sabbia con urli non umani).
3) IL GROSSISSIMO: 
 Il grossissimo è un uomo che costruisce tutto l'inverno il suo fisico per poi mettersi d'estate nel bagnasciuga. La sua posizione sembra casuale , ma in realtà ha calcolato la posizione del sole in modo da avere le ombre che sottolineano perfettamente i tracciati muscolari. Di solito non vede l'ora che qualcuno gli chieda dove si trovano i bagni PincoPallo per indicare la direzione lentamente gonfiando bicipite e tricipite (N.B. non crediate che lo facciano per essere notati dalle ragazze, perchè i grossissimi finiscono per innamorarsi dei loro muscoli e quindi di loro stessi).
4) IL BAMBINO CON LE MAMMELLE:
Non so se è una cosa che noto solo io, ma i bambini grassi sono in costante aumento nelle spiagge...i più sfortunati di loro sviluppano una parte lardosa che li fa sembrare in topless e gli amici li prendono in giro e gli sparano contro col liquidator 5000. I bambini grassi con le mammelle corrono piangendo dalla madre che invece di metterli su un tapis roulant a inseguire un kinder Pinguì, gli comprano un bombolone o un gelato. (per chi se l'è perso andate a leggere i post di questo blog riguardanti "CICCIOMERDO" il mio acerrimo nemico...lui aveva quasi la quarta di seno)
5) L'UOMO IN SLIP: 
 Purtroppo nonostante tantissime campagne di sensibilizzazione anche finanziate con fondi europei, nessuno è riuscito a far capire che l'uomo in slip fa cagare. Io e Risiko Fuxia abbiamo vinto il disagio grazie al gioco: "Indovina da che parte è il banano" (e abbiamo scoperto con stupore che il 50% degli uomini preferisce tenerlo a destra).
Per ora mi fermerei qui...ma accetto suggerimenti da voi per completare questa top ten di "#TIPIDASPIAGGIA"...


10 commenti:

  1. 6) la donna incartapecorita: vive in funzione dell'abbronzatura, ha 40 anni ma ne dimostra 60. Esempio vip: Donatella Versace. 7)L'uomo orso, pelosissimo e grosso, quando entra in acqua assorbe 10 litri d'acqua coi suoi lunghi pelazzi 8)"Quelli dei tuffi" gare che si protraggono per ore, schizzano gente con l'asciugamano a 20 metri di distanza perché prendono delle rincorse lunghissime. 9)L'asociale(io) si mette il più lontano possibile dalla specie umana ed animale, evita lo sguardo dei passanti sul bagnasciuga, sarebbe una disgrazia riconoscere qualcuno ed interrompere la lettura, il sonno, o il twittaggio 10)le comitive di 50 persone, insopportabili, parlano solo di cibo e di dove si ritroveranno la sera(ad occupare una pizzeria probabilmente). Fine :-D

    RispondiElimina
  2. ... indubbiamente " la paralitica" , donna con prole mollemente adagiata in orizzontale e senza mobilita' , tanto da essere costretta al richiamo continuo della prole con urla e minacce. detta anche " la montessori" dal momento che, cosi' facendo, educa tutti i bambini dello stabilimento essendo udibile a svariati metri di distanza.
    al secondo posto " i ristoratori", allegre famigliole/ gruppi che si ritrovano al momento del mezzodi' ad allestire grandiosi banchetti, nei quali manca solo uno spiedo con la porchetta.
    al terzo posto " gli armatori" proprietari di canotti acquistati direttamente in cantieri navali, date le dimensioni. probabilmente dispongono di posto barca, essendo solitamente intrasportabili
    seguono poi gli "enzopaolo", curiosamente sopra i sessanta, seguaci fedeli di qualsiasi animatore coreografo. da dire che non se la cavano male, sia il leit motiv raul casadei o il pulcino pio.
    per finire, le "estetiste", armate di pinzetta per sopracciglia. traggono grande soddisfazione indifferentemente dai propri peli o dai punti neri del marito.
    enjoy your holiday :)

    RispondiElimina
  3. Daniele Golfieri20 agosto 2012 17:54

    Bellissima idea!
    Ti segnalo un'altra categoria di #tipidaspiaggia che personalmente detesto. Io li chiamo "gli schizzo-frenici".
    Hai presente quando sei a riva, e sei ancora indeciso se fare o meno il bagno perché con i piedi senti che l'acqua é gelata?
    Sei lì che ti muovi a piccoli passi, bagni prima le caviglie, poi i polpacci, arrivi poco più su del ginocchio...ecco...
    é proprio in quel momento che arrivano "gli schizzo-frenici"...
    In genere sono due amici, che come in preda ad un raptus, colti dal morbo di Bolt, cominciano a correre dal chiosco della spiaggia, in modo scoordinato, verso il mare, verso di te...quando te ne accorgi é troppo tardi, perché sono già sul bagnasciuga...altre due tre falcate e poi, con l'agilità di un'otaria flavescens, si tuffano di pancia in quattro dita di acqua, provocando un'onda anomala e schizzi alti tre metri che ti bagnano la schiena ancora asciutta e rovente...ecco, quelli li colpirei ripetutamente sulle rotule col remo del pattino di salvataggio...
    Alla prox!

    RispondiElimina
  4. Come hai fatto a dimenticarti dei "MITCH BEWCANNON",ovvero la categoria dei bagnini? Sono esseri abbronzatissimi (più di Carlo Conti)che stazionano tutto il giorno sotto un ombrellone rosso o su una torretta stile Baywatch armati di binocolo,occhiale da sole taroccato (più la lente è grossa e più fa figo...) e bandana.Sostanzialmente,come il GROSSISSIMO,passa 8 mesi l'anno in palestra in modo tale da avere le vene del bicipite talmente grosse da sembrare i vecchi tiranti d'acciaio dello stadio delle Alpi,che si gonfiano ogni qualvolta solleva il pattino per soccorrere qualche bagnante in difficoltà.Presi dallo scazzo o dalla smania di protagonismo,si gettano giù dalla torretta e si mettono a correre come Michael Johnson per soccorrere anche le donne che per il loro peso sono sprofondate nel bagnasciuga come delle otarie spiaggiate.

    RispondiElimina
  5. L'uomo aragosta o superabbronzato! Carnagione di un colore indefinito tra nero e mattone!

    RispondiElimina
  6. C'è un altro tipo da spiaggia: quello che oltre a portarsi l' asciugamano, l' ombrellone e tutti i viveri, arriva in spiaggia con la MALEDETTA tenda 2 SECONDS della quechua per ripararsi dal vento che puntualmente apre anche quando non serve e finisce per mettere al riparo gli zaini!!!

    RispondiElimina
  7. GLI INSEPARABILI: possono avere 15 o 60 anni ma hanno la caratteristica di passeggiare per mano e di non essere in grado di staccarsi per farti passare neanche se per te l'alternativa è camminare sugli ombrelloni; GLI ANIMATORI DI CONTATTO: presenti ormai in ogni stabilimento-villaggio-camping, sorridono a chiunque e cercano di trascinarti a fare il gioco aperitivo-il torneo di bocce-i balli di gruppo anche se tu vuoi soltanto startene sdraiato al sole...

    RispondiElimina
  8. io aggiungerei anche i vecchi con le braccia dietro la schiena che fissano l'orizzonte per tutta la giornata. Versione estiva di quando sono in città e fissano i lavori in corso (tra l'altro sul bagnasciuga probabilmente pensano allo stato di avanzamento dei lavori a casa....)

    RispondiElimina