lunedì 27 agosto 2012

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - Il neo di Belen


Bene, ora che è passato un giorno per rifocalizzare l'attenzione sul lavoro, pianificare gli obiettivi e farsi una lavanda gastrica...posso parlare della sbornia presa domenica sera, ultimo giorno di vacanza. Riprendiamo da dove ci eravamo lasciati: "Giovane sposa, oggi è il nostro ultimo giorno di vacanza..." e lei:"E quindi?" e io:
"E quindi dobbiamo bere COME SE NON CI FOSSE UN DOMANI!". In questo momento ci troviamo alle Vigne Surrau, una suggestiva terrazza sui vigneti di Arzachena...qui dovevamo solo fare un piccolo aperitivo per poi decidere dove mangiare e tornare presto perchè il giorno dopo un volo ci avrebbe riportati a Torino, ma le cose non sono andate così. Io che mi aspettavo che Risiko Fuxia rispondesse:"Ma non dire idiozie, mica abbiamo più sedici anni!", in realtà mi ha risposto con un sorriso :"OK!". Alchè arriva la cameriera e ci fa: "che cosa posso farvi assaggiare?" e io :"CI FACCIA ASSAGGIARE TUTTA LA VOSTRA CANTINA!" e la signorina senza turbarsi:" Come vede dal menù abbiamo quattro tipi di degustazione, la prima si chiama "allegria e profumi" e comprende 3 vini, la seconda è la "bevi e contempla" e comprende gli stessi vini più altri 2, la terza invece comprende nove degustazioni e si chiama "bevo come un testa di cazzo" e tendiamo a sconsigliarla"...e io:"Ok per la terza". Dopo il 4 bicchiere di vino intervallato da qualche pezzetto di pane guttiau ci sembrava tutto sotto controllo e abbiamo cominciato ad indicare quelli che avevano ordinato la "allegria e profumi" ridendo e urlandogli che erano delle mammolette. Al quinto bicchiere abbiamo deciso che era il momento per una pausa e di fare una camminata nei vigneti per goderci il tramonto...tutto questo sempre convinti di essere sobri... in realtà abbiamo cominciato a credere che una ventosa nera che uso per attaccare l'iPhone alle superfici più impensabili per delle riprese, fosse in realtà il "NEO DI BELEN" come potete vedere da questa testimonianza video che archivieremo come "prova #001":

Dopo diversi tentativi di attaccare il neo di Belen abbiamo realizzato che c'era un unico posto dove sembrava aderire perfettamente (archiviamo questo video come "prova #002")

A questo punto decidiamo di affrontare il resto della degustazione con dignità ed equilibrio...ma dall' ottavo bicchiere di vendemmia tardiva subentra dinuovo uno dei miei  vuoti spazio-temporali e mi ritrovo al buio nel parcheggio, vestito con il giubbottino d'emergenza della macchina e capisco dai flash ripetuti che Risiko Fuxia trasfigurata dall'alcol, sta facendomi un book fotografico ridendo come una pazza (questa foto verrà archiviata come "prova #003)

20 commenti:

  1. Mah, secondo me certe cose te le inventi solo per suscitare la risata...

    RispondiElimina
    Risposte
    1. sì ammetto che nel menù la terza degustazione non si chiamava :"bevo come un testa di cazzo"...

      Elimina
  2. Invece,caro Anonimo delle 02:52,Jacopo e' proprio cosi' come lo leggi,un ragazzo simpatico e sincero nel bene e nel "male"....... Con le doti che la Fortuna gli ha regalato (e' bello,anche se suo fratello Andrea lo e' di piu',e' intelligente,perche' chi e' spiritoso non puo' non esserlo,e' nato in una famiglia ideale)sarebbe potuto diventare un uomo arrogante e altezzoso ed invece e' un ottimo uomo e sicuramente sara' un ottimo marito per la sua bellissima e simpatica moglie.P.S. Fidati,lo conosco da quando faceva la prima elementare!!!

    RispondiElimina
  3. Jacopo sei grande !! io leggo sempre il tuo blog e lo trovo davvero spettacolare ! BRAVO :)

    RispondiElimina
  4. Jacopo sei veramente arguto e simpaticissimo ! Una personalità brillante che spero faccia strada nel mondo della tv

    RispondiElimina
  5. Risiko Fuxia è troppo il mio mito!

    RispondiElimina
  6. Eravate in Sardegna...maledetti!!! Io quest'anno non ci sono andata quindi non ho potuto bere: cannonau, carignano del sulcis, vermentino...etc!!! SIGH!!!

    RispondiElimina
  7. Ma dov'è finito l'anonimo del "e quindi?" :-D

    RispondiElimina
  8. Il fatto che alcune cose possano essere inventate o meno direi che è davvero secondario. E'abbastanza evidente che sia così, non ci vuole un diplomino per capire che "bevi come una testa di cazzo" e altre cose non siano vere!!...chiamiamole "licenze poetiche per rendere meglio l'idea e risultare più comici...Diciamo che tutto sto entusiasmo di chi commenta su racconti di vita del tutto normali, mi lascia un po' perplessa...RACCONTI "SPETTACOLARI" e "PERSONAGGI MITICI" ...un po' eccessivo direi..

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ... questo è un blog che effettivamente racconta esperienze della vita di tutti i giorni e come dici tu "del tutto normali"...forse la sua forza è più questa che non il mio humor che può piacere, ma anche no. Cmq apprezzo sia i complimenti che le critiche (magari non anonime)

      Elimina
    2. Ma infatti io non polemizzo sul tuo blog se ci fai caso, è tuo e scrivi quello che ti pare, ci manca solo. E' che ho la sensazione in generale che alla gente basti davvero poco per entusiasmarsi....le letture "spettacolari" e i personaggi "mitici" sono ben altri a mio modo di vedere...ormai mezzo mondo ha il blog e racconta la sua vita, ma ci sono poche persone in giro che scrivono davvero bene.(sempre secondo il mio opinabile punto di vista)
      Appena capisco come si fa a iscriversi non ti pubblico più cose anonime, tranquillo.
      Ciao, Ginevra

      Elimina
    3. io, davvero, anche sforzandomi, non capisco cosa ci sia di sbagliato nel farsi bastare " davvero poco" per entusiasmarsi!
      evviva l'entusiasmo,lo humor e le risate spontanee anche per "davvero poco"!!!!!!!!!!
      cristina

      Elimina
  9. Dietro l'anonimo polemico si nasconde senz'altro Belen che si è offesa per la storia del NEO

    PS. a causa del flash riflesso sul giubottino d'emergenza, sembra che indossi un NEON e non più un NEO.

    RispondiElimina
  10. AHAHAH ero senza adsl e sto leggendo gli ultimi post tutti insieme... questo fà particolarmente morire dal ridere!!!!! ahahah :D

    RispondiElimina
  11. con molto ritardo commento... che si, forse nel racconto ci sono due o tre trovate per rendere meglio l'idea.. ma è proprio guardando i video che si capisce la naturalezza e la leggerezza con cui vengono vissute!!! credo sia questo che piace davvero tanto.. almeno, per me è così!!!!
    Francesca

    RispondiElimina