domenica 31 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - L' outlet maledetto:

Sabato verso l'ora di pranzo siamo partiti per la Toscana per andare alla festa di mio cugino Giovanni detto “Octopus” perché quando vede una ragazza che gli piace gli spuntano 8 tentacoli e per lei rimane impossibile scappare. Il percorso era semplice: c’è un punto “A” di partenza che è Torino e un punto “B” di arrivo che è Lucca…peccato che dopo pochi chilometri Carlotta mi ha costretto a dirottare la macchina minacciando di farsi brillare urlando “Karl Lagerfeld è grande!” se non avessi deviato verso un punto “C” che chiameremo: “Outlet di Serravalle Scrivia”.  In più come se non bastasse mi guarda e mi dice: “Ma è possibile che ogni volta che partiamo devi vestirti da Rom?”…Vi spiego, io ogni volta che devo affrontare un viaggio in macchina che supera le 3 ore, cerco di vestirmi in maniera confortevole con mocassino/babbuccia mezzo rotto e scucito (ma molto comodo), jeans o pantalone corto, e …per questo viaggio ho tirato fuori una chicca: una t-shirt che ho realizzato io con Photoshop con foto vintage di Mitch Buchannon e con la scritta “Gaywatch”. Comunque arriviamo verso le 17.00 all’outlet e il comandante Risiko Fuxia si mette in assetto da guerra, si tira giù gli occhiali da sole e indicandomi un punto in quel labirinto di stradine mi dice “Dobbiamo andare là, seguimi .” Da quel momento non ricordo più niente tranne lunghissime attese fuori dai camerini e sulle panchine davanti ai negozi a far sfogare e piangere altri fidanzati e giovani mariti disperati come me. Poi uscendo al tramonto Carlotta mi prende per mano e tornando verso il parcheggio mi fa:”Hai visto? Ho comprato solo 3 cose…” e io : “Forse stai guarendo!”.

venerdì 29 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - Buon Week-End:

E' Venerdì e com'è ormai tradizione vi allego un video per permettervi di fuggire dall'ufficio prima possibile ( soprattutto per quei paraculi che vanno già in vacanza!). Siccome molti mi hanno giustamente scritto riguardo alla pag. di diario di ieri: "Ok , Carlotta ha detto come prima parola SHOPPING...e tu?"...io ero in braccio a mio padre e dissi: "Gnegneuplr!" (non so cosa cavolo volessi dire...a 8 anni i bambini dicono cose senza senso). Comunque, siccome spesso risulto essere superficiale e maschilista e la meno con i difetti tipici delle donne (che pensano solo allo shopping...etc.etc.), Vi regalo questo video che risale all'anno scorso quando ho avuto l'onore di presentare "Miss Muretto", è un inno alla femminilità e un mio modo per dire che le donne sono speciali. Buon Week-End!

giovedì 28 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - Piccoli Sposi:





Ognuno di noi fin dai primi mesi di vita è già la sintesi delle caratteristiche principali che renderanno la sua personalità unica e diversa da ogni altro individuo. In poche parole se uno è stronzo è perché è nato stronzo, semplicemente non aveva gli strumenti per esprimere questa sua caratteristica al meglio. Io invece ho la fortuna di essere nato GNU-GNU (che in piemontese vuol dire che non sei proprio un'aquila...), mentre Risiko Fuxia è nata già scaltra e sgamata come una nottola*. L'unica cosa che avevamo in comune è che pesavamo 4Kg e sembravamo degli omini della Michelin. Carlotta a un anno era già bilingue...io ho iniziato a parlare intorno agli 8 anni e quando ho chiesto alla suora cos'era uno gnu-gnu e perchè gli altri bimbi mi chiamassero così, lei mi ha risposto che lo gnu-gnu era un bambino molto speciale. Suor Cosima mi voleva bene e io non scorderò mai quel sorriso rassicurante sotto quei baffi così curati. Carlotta a 4 anni era già in grado di guidare una mini moto da cross...io invece non amando la velocità salivo sul mio cane Gipsi (poi a 10 anni sono sceso perchè gli era venuta lo scogliosi). Comunque, facendo un passo indietro, io sono convinto che l'essenza di quello che diventeremo sia già racchiusa nella prima parola che diciamo...e Carlotta... a pochi mesi nel suo fasciatoio guardò fissa negli occhi sua madre e disse: Sh.. shh... SHOPPING! 
* piccolo e agile pipistrello europeo, che esce per andare a caccia di insetti al tramonto. Le altre razze di pipistrelli escono per la caccia a notte inoltrata, diverse ore dopo la nottola...di conseguenza la nottola è più scaltra e trova il meglio sul mercato anticipando i parenti europei.

mercoledì 27 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - Il Piccantino di Beppe:


Ieri a pranzo siamo tornati dopo quasi un anno di latitanza a mangiare il mitico "Piccantino di Beppe"! Spiego per chi non è di Torino: ai piedi della collina torinese sorge una latteria dall'aspetto vintage e apparentemente trasandato. Questa latteria in realtà è solo una copertura, al suo interno ci sono due personaggi che gestiscono un traffico di panini clandestino: "Beppe" che confeziona i panini e "Fiorenzo" che riscuote i pagamenti. Questo panino si chiama "IL PICCANTINO DI BEPPE", la sua ricetta è segreta e al suo interno c'è un ingrediente "X" come quello della Coca-Cola che da dipendenza ed assuefazione. Carlotta è entrata nel tunnel del Piccantino da piccola e quando ci siamo fidanzati mi ha costretto ad andare a pranzo da Beppe quasi 3 volte alla settimana, finchè non ho dovuto dire basta perchè non volevo finire come alcuni miei amici in quelle comunità dove per tenerli lontani dal panino gli fanno fare tutto il giorno delle ceste di vimini. Ieri Risiko Fuxia è riuscita a trascinarmi di nuovo in quel luogo dove tutto è rimasto come una volta...il pavimento è fatto di briciole e gli scaffali con i prodotti della latteria sono delle finte pareti che nascondono il forziere con il denaro che negli anni hanno accumulato Fiorenzo e Beppe non facendo mai uno sconto neanche di 5 centesimi (e non sto scherzando, ho visto con i miei occhi sequestrare dei ragazzi del liceo Segrè finchè i genitori non sono venuti a prenderli con 10 centesimi che mancavano all'importo...). 

martedì 26 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - L'anello di fidanzamento:


Risiko Fuxia come Bat Man, L'uomo Ragno e Superman ha un preciso istante della sua vita che l'ha cambiata profondamente...cos'è che ha trasformato la ragazza qualunque "Carlotta" nell' incredibile Risiko Fuxia?...un ANELLO. Tutto è successo una domenica di giugno del 2009. Ci trovavamo a Forte dei Marmi per un week-end toccata e fuga e visto che ormai erano quasi le 19.00, dovevamo ripartire verso Torino. Ma io che sono scaltro come un falco prendo un asciugamano, ci nascondo dentro l'anello di fidanzamento e dico a Carlotta: "Sai che c'è? andiamoci ancora a godere il tramonto sul lungo mare per qualche minuto...poi partiamo!" e lei guardandomi come si guarda un bipolare con problemi di personalità dissociata, mi sorride e mi asseconda con un sospettoso: "...Ok...". Una volta arrivati sul bagnasciuga, la prendo per mano e le dico: "Andiamo in là" e lei sempre un pò stranita mi segue finchè a pochi metri non vede una gazebo allestito in riva al mare con un tavolino, candele, delle rose bianche, il suo vino preferito (Traminer), ostriche e cruditè di pesce. In quel momento lei capisce e le scende una lacrima, io che sapevo che quel momento sarebbe arrivato, stavo preparando da giorni una rassicurante espressione da James Bond che mi avrebbe reso figo e immortalato per sempre nei suoi ricordi...invece mi commuovo anch'io e comincio a piangere come un bambino di 4 anni. In quel momento come se non bastasse arriva, dopo aver attraversato 500m di spiaggia, un cameriere trafelato che trova me e Carlotta che piangiamo tantissimo e sussurrando "Maremma buhaiola, meglio se torno dopo va..." se ne va riattraversando la spiaggia con l'asma. Appena il sole è tramontato ho tirato fuori dall'asciugamano l'anello e ci siamo fidanzati, illuminati dalla Luna, dalle stelle della Versilia...e dal riflesso di qualche lacrima che ci era ancora avanzata. Ah dimenticavo...quella sera Carlotta era bellissima...Carlotta è bellissima.

domenica 24 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - KNÜTTEL ZORP all' IKEA:





Le 3 REGOLE per rimanere in salute e mantenere alta la propria qualità della vita sono: 1) NON FUMARE, 2) NON BERE,  3) NON ANDARE ALL'IKEA NEI WEEK-END. Purtroppo io ho già trasgredito ampiamente le prime 2 regole e ieri ho fatto che trasgredire anche alla terza, quindi sarà un miracolo se arrivo ai 40 anni. Come ormai ogni domenica, mi sveglio e aprendo gli occhi trovo un musetto vispo che mi guarda dal suo cuscino, io le dico: "buongiorno amore" e lei : "Ciao Egli (ultimamente mi chiama così, ma il capitolo dei nomignoli e soprannomi lo affronterò + avanti...) mi è venuta un' IDEA!", io dentro di me penso "vai che si ciula" e lei: "Oggi potremmo andare all' IKEA per prendere due vasetti con le piantine finte da mettere sullo scaffale in bagno!"... e io: "Mi sembra un'idea stupenda: attraversare la città di domenica, scannarmi per un parcheggio per poi affrontare interi nuclei famigliari guidati da condottieri in pantaloncini, canottiera, calze e mocassino...tutto questo invece che andare in bici insieme o prenderci il sole in terrazzo...COL CAZZO che ci vengo!". Un'ora dopo ero nel reparto "piantine finte con vasetti colorati" dell' IKEA e tra una FNÈKKAP e un TÜPSTORP mi sono dileguato per raggiungere il reparto alimentari dove almeno c'è il salmone che è l'unica cosa decente che fanno gli Svedesi. Purtroppo i temibili mariti con i pantaloncini, le calze e i mocassini me l'avevano finito ed erano rimasti solo gli squisiti SKORPOR KARDEMUMMA, dei crostini al cardamomo che ti inchiodano al water per 2 giorni e la fresca e dissetante SNAPS, una bibita al succo di lichene che ti lascia la lingua felpata e poi bevi dal rubinetto. Per fortuna proprio in quel momento arriva l'annuncio che aspettavo: "PLIN-PLON! Avvisiamo la gentile clientela che al reparto RISTORANTE oggi potete trovare i KNÜTTEL ZORP e il caffè a 5 euro e 99! Vi aspettiamo"...EVVAI!!! I KNÜTTEL ZORP! ADORO I COGLIONI DI RENNA IN SALSA DI RIBES!!!

giovedì 21 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - sepolto vivo:

E' venerdì e come di consueto allego un video piuttosto che tediarvi con tante righe di testo...Risale all'anno scorso: una sera Carlotta viene a casa mia per una cenetta romantica, ma non mi trova da nessuna parte...io mi ero chiuso in una intercapedine della mia cantina a girare questo trailer usando l'audio di una delle 1000 telefonate che ricevo costantemente da operatrici rompipalle che cercano di affibbiarmi nuovi contratti...Buon week-end a tutti!

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - le sigarette:

Chi ha avuto il coraggio di seguire questo diario dall'inizio si ricorderà che a Carlotta era stato assegnato il nome di "Risiko Fuxia" perchè una volta venuta a vivere nella mia casa da single ha rivoluzionato tutto, conquistando come nel gioco "Risiko" tutte delle nuove aree che prima appartenevano a me (v. diario giorno 2). Da allora ho difeso con i denti i pochi spazi che mi erano rimasti, ma purtroppo da ieri notte il generale Risiko Fuxia ha introdotto dei cambiamenti alla planimetria della casa. Tornati verso mezzanotte da un cena con amici, mi reco quatto quatto nell'area azzurra che ancora mi appartiene sul terrrazzo. Questa zona è al confine col terrazzo di un mio vicino che si chiama Davide con cui ho stretto amicizia e di nascosto, come facevano i soldati americani con gli alleati italiani, mi sporge delle sigarette. Io in realtà avrei smesso di fumare ad aprile e avevo promesso a Carlotta sulla vita di un mio cugino (che odio) che non avrei + toccato una sigaretta. Purtroppo però, ieri sera lei ha fatto un'incursione a sorpresa sul terrazzo urlando: "COSA DIAMINE STAI FACENDO!?"...io, che sono furbo come uno gnu, faccio finta di grattarmi il culo e lascio cadere la sigaretta nel vaso di lavanda...che però essendo secca (...era una delle piante affidate a me...) ha preso fuoco illuminando la facciata del palazzo a giorno. Morale della favola, sono stato beccato in pieno, il generale Risiko Fuxia ha spostato la mia area al centro del terrazzo in modo che non possa comunicare con i vicini alleati...e ho scoperto guardando un documentario che lo gnu è un animale piuttosto stupido...

mercoledì 20 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il matrimonio di Buffon:

Pochi giorni dopo il nostro matrimonio si è sposato anche il mio amico Gigi Buffon. Io che ero sposato già da 4 giorni e avevo ormai capito di cosa si trattasse, l'ho chiamato al telefono per dirgli di non fare anche lui la cazzata, ma non mi ha voluto ascoltare. Dopo essersi sposato a Praga ha organizzato (la domenica successiva) una festa al Twiga di Forte dei Marmi alla quale ha invitato anche me e Risiko Fuxia (che ne ha approfittato per comprare un paio di scarpe nuove, perchè tra i 58 modelli che hanno invaso casa mia non ce n'era uno adatto). Siccome volevo fare a Gigi ed Alena un regalo speciale ho deciso di fargli un quadro (dipingere e fare grossi decoupage fotografici di 2m x 2m è una delle mie passioni...v. foto in allegato). Carlotta ha accolto con entusiasmo la mia iniziativa, ma poi ha cambiato idea quando le ho dato il compito di fare il pacco regalo  e soprattutto quando ci siamo trovati in autostrada con la macchina che aveva sul tetto questo simpatico pannello di 4 metri quadrati che quando acceleravo si alzava e rischiavamo di capottare. Era comunque un sacrificio che valeva la pena fare perchè per tutto il viaggio ho pensato: "Chissà come sarà contento Gigi quando lo aprirà e si commuoverà davanti a tutti (tra l'altro per farlo ci ho impiegato tre notti di duro lavoro...). Finalmente Io e Carlotta arriviamo alla festa, Gigi mi vede e mi viene incontro, mi abbraccia come fa di solito incrinandomi due vertebre e io tutto tronfio gli faccio: "Ta-daaaa! Sorpresa!!! Guarda cosa ti ho portato!" e gli indico il mio grosso pannello col fiocco, che due buttafuori del Twiga cercavano di tenere su. Lui lo guarda spaventato e fa "Ok portatelo via!" e io: "Ma Gigi scusa aprilo no?" e lui "Col cazzo! sarà uno dei tuoi soliti scherzi...ci manca solo più che mi rovini la festa di matrimonio"...e poi è andato a salutare Pirlo...

martedì 19 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il re dei minchioni:


Oggi ho rischiato di non scrivere la pagina del mio diario, perchè ieri è stata una giornata tutto sommato tranquilla. Per cena siamo andati in un ristorante sushi di un amico e sulla strada del ritorno verso casa mi ero ormai rassegnato ad archiviare la giornata come "STANDARD"... ma per fortuna sono stato salvato in corner dall' INCURSIONE di colui che vince a mani basse il titolo di "RE DEI MINCHIONI"! Io e Carlotta ci eravamo trovati direttamente lì e così ognuno tornava a casa con la propria macchina. A metà viaggio lei mi chiama ridendo e mi dice "Ma la gente è pazza...!". Praticamente un signore che era nel ristorante ha sbroccato per lei, ha preso la macchina e l'ha inseguita, una volta affiancatosi le ha chiesto gentilmente di tirare giù il finestrino e le ha detto: " Scusa, ero al ristorante e volevo dirti che hai un viso bellissimo..." e Carlotta : "Grazie 1000!" e fa per tirare su il finestrino, ma lui: "Aspetta, aspetta posso invitarti ad uscire una sera?" e lei: " La ringrazio, ma sono sposata, tante care cose!" e lui: "...aspetta, aspetta...ma neanche ad un COMPLEANNO?". Ora io posso capire tutto...posso capire che quando uno sbrocca per una ragazza possa perdere un pò di lucidità... io stesso la prima volta che vidi Carlotta sentii come una musica soave nel cuore e la voce di mille angeli che sussurravano "Minchia che bella puledra!", ma poi mi sono ripreso e ho gestito la cosa con autocontrollo. Ma io dico...COSA VUOL DIRE "NEANCHE AD UN COMPLEANNO!!!???" cosa ti aspetti che ti risponda mia moglie: "Ah beh sì...ad un compleanno allora vengo...le lascio il mio numero così quando qualche suo amico compie gli anni mi fa uno squillo e andiamo alla sua festa!". A questo punto non posso che assegnare al signore con la Smart il titolo di...(suonino le trombeee): "RE DEI MICHIONI"!

lunedì 18 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il concorso di Moda:

Venerdì sera, mentre Carlotta cucinava, non sapevo cosa fare (...in realtà le ho offerto il mio aiuto, ma mi ero scordato che mentre lo Chef crea, non posso farle perdere la concentrazione e non posso avvicinarmi alla zona OFF LIMITS: la cucina) così ho cominciato a notare con piacere che parte del salotto era diventata un' edicola di sole riviste da donna. Ho cominciato a sfogliare Marieclaire, Vogue e Grazia (chiudendo le persiane per non farmi vedere dai vicini con quelle cose da femmina tra le mani). A parte un sacco di modelle che io essendo sposato guardavo con noia e distacco, l'unica cosa che ha colpito la mia attenzione è stata un concorso di moda grazie al quale potevi mandare lo schizzo di una tua creazione e vederlo venduto in tutto il mondo (guadagnandoci una percentuale che non ti ci ricompri neanche la matita che hai usato per fare il disegno). Comunque siccome Carlotta secondo me ha delle doti grazie ad anni di duro Shopping, le dico: "Chef perchè non prova a fare sto concorso?" e lei: "Bella cagata, vatti a lavare le mani che è pronto." Domenica mattina apro gli occhi e trovo un musetto vispo che mi guarda dal suo cuscino e mi dice: "Mi è venuta un' ispirazione"...e io ho subito pensato: "Vai che si ciula!", invece si alza, va a prendere una maglietta bianca e una spilla con un cammeo e mi dice: "Tu che sei un mediocre fotografo e usi mediocremente photoshop potresti aiutarmi: daremo vita alla Cameo T-SHIRT". Io che ormai mi ero svegliato con un pensiero, le ho risposto: "Ok, ma tu dopo in cambio cosa mi dai?" e lei mi ha risposto "Ti do un pugno sulla testa, smettila di fare il cretino!". Comunque ora sta t-shirt è on-line e se volete potete votarla (o caricare anche voi una vostra creazione) cliccando QUI e accedendo direttamente col vostro profilo Facebook...ora scappo che devo andare a prendere il mio pugno in testa.

venerdì 15 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - le ho fatto uno scherzo:

Oggi è venerdì e tutti starete pensando al week-end e a come scappare dall' ufficio prima possibile. Quindi non vi tedierò con quello che mi è successo ieri, ma vi allego un video! Risale alla prima vacanza che io e Carlotta abbiamo fatto insieme affittando con degli amici una villa ad Ischia...con la scusa di fare delle prove video perchè la location era molto bella, ho chiesto a Carlotta di farmi un percorso in questa casa...

giovedì 14 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - frutta e piante:

Con l'arrivo di Risiko Fuxia e dei suoi accessori, sono arrivate anche altre due cose di cui ignoravo l'esistenza: LA FRUTTA e LE PIANTE. Da buon single a fine cena (cena = pasta con una scatoletta di tonno rovesciata sopra) ho sempre trovato più sano snobbare pesche, mele, banane e susine per sostituirle con un MARS GELATO. Ora invece Carlotta mi costringe a mangiare tra frutta e verdura tutta la VALLE DEGLI ORTI. Mi sento abbastanza bene, ma mi alzo con la pancia gonfissima, perchè vai a sapere che cacchio stanno combinando tutte quelle vitamine e fibre là dentro. Ieri sera invece abbiamo fatto il punto della situazione sulle piante. Alcune ci sono state regalate da parenti e amici, le altre le ha comprate Carlotta e le riconosci benissimo perchè sono tanti piccoli vasetti pieni di fiorellini lilla o di ortensie bianche (il suo fiore preferito...al matrimonio erano ovunque). Appoggio la mia pancia piena di frutta sul tavolo e aspetto il cazziatone, perchè so già che l'80% delle piante affidate a me sono morte o agonizzanti. E infatti: "Jacopo, è ovvio che se tu annaffi 4 volte al giorno le piante grasse e mai quelle che ne hanno bisogno le piante muoiono...lasciamo perdere quelle delicate, ma cazzo hai ucciso anche il cactus!" e io facendole vedere l'unica superstite in salute: " E ALLORA CHE NE DICI DI QUESTA!? Sarà perchè L'HO COMPRATA IO e sente il MIO affetto, sarà perchè è l'unica con cui ho cominciato a PARLARE come consigliano gli esperti...ma è in SPLENDIDA FORMA!" e Carlotta: "Quando hai deciso di posare quella pianta finta dell' IKEA e ricominciare a fare la persona intelligente, magari ricominciamo a parlare..."

mercoledì 13 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - come ti cambiano le donne:



Ieri sera scherzosamente ho fatto notare a Carlotta che alcune donne che si avvicinano ai 30 anni sviluppano un'attrazione particolare verso i vestiti maculati, lei compresa (tant'è che in certe discoteche puoi risalire all' età di alcune signore contando le macchie di ghepardo). Lei mi ha risposto così: " Ma stai zitto che non capisci un cazzo di come ci si veste, se non mi avessi incontrato sul tuo cammino, ora saresti nella trasmissione TAMARREIDE!". Ed io minchia sul momento, se avrei potuto, volevo spararla, ma poi magari mi toglievano la tessera del solarium e mi sono messo a riflettere. Effettivamente ognuno di noi nel corso del tempo può cambiare le sue opinioni, il suo carattere il suo look in modo più o meno radicale a seconda di quello che sentiamo dentro, ma anche in base alle esperienze della vita e alle persone che conosciamo. Nel mio caso il carattere ed il quoziente intellettivo sono rimasti gli stessi di quando avevo 16 anni, ma il mio look è cambiato parecchio negli anni. Sono passato dal 18enne che suona nelle rockband (e mi vestivo come un personaggio di Matrix Reloaded) all'allevatore di cavalli isolato nella Maremma ( perchè il disco della mia rockband non aveva venduto un cazzo) a ragazzo quasi distinto quando ho cominciato a innamorarmi di Carlotta (e tra l'altro in Maremma mi erano scappati 2 cavalli e 3 mi erano morti). Ora so persino che non si dice più "maculato", ma "Animalier"! 

martedì 12 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - Non si puccia più:

In uno di questi giorni dedicherò una pagina del diario alle "Leggi delle XII tavole" di Carlotta (alias Risiko Fuxia). Più che di leggi si tratta di un elenco di tutto ciò che odia o che non riesce a tollerare come ad es. la gente che urla, gli uomini in giacca e cravatta con le scarpe Nike fluorescenti, chi lascia il cucchiaino dentro la tazzina dopo aver finito il caffè, la parola "brainstorming"( non chiedetemi perchè odia questa parola...forse i genitori da piccola la costringevano a fare un casino di riunioni dove la gente confrontava le sue idee)...etc. etc. Una cosa che proprio fa TRASALIRE Risiko Fuxia è sorprendermi al bar mentre tento goffamente di PUCCIARE la brioches nel cappuccino. Vi confesso che ho sempre pensato che fosse una tradizione italiana del tutto innocua e tollerata dal galateo. In realtà credo che sia proprio nel DNA di noi MASCHI ficcare nel latte tutto ciò che ci capita a tiro, biscotti, merendine, panettone, pandoro...i più temerari memori delle usanze in guerra dei propri nonni si avventurano anche tuffando pezzi di pane raffermo nel caffelatte...Ora senza arrivare a questo, io credo che il Sig. Jean Paul Brioche, quando inventò questo tipo di dolce, ne abbia proprio studiato la forma affusolata ed aerodinamica perchè dovesse entrare nella tazza del cappuccino. Ma vallo a spiegare a Carlotta che domenica mattina nel dehor di un baretto, appena mi ha visto impostare il movimento del pucciamento, si è fatta scura in viso e con la voce di "Madre" di Jean Claude (personaggio della Gialappas) mi ha detto: "TUUU...TU NON AVRAI MICA IL CORAGGIO DI FARE QUELLO CHE CREDO!?"...io mi blocco in tempo, ma siccome il mio istinto di maschio non può essere controllato, approfitto del fatto che Carlotta è una mente semplice e può esser facilmente ingannata dal trucco del "Guarda là" e così tiro un bel respiro e le urlo:"GUARDA LA' UNA BIRKIN CHE VOLA!", ci è cascata, SPLASH!

lunedì 11 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - un altro paio di scarpe EVVAIII!

Circa quindici giorni fa ho iniziato per sfogo a scrivere questo diario. Sono stato fidanzato 7 anni senza convivere, un pò perchè Carlotta è una ragazza legata a dei valori dell' 800 e un pò perchè io volevo difendere la mia purezza fino al giorno del matrimonio (come ha fatto Britney Spears). Lo sfogo è dovuto al trauma di vedere la propria casa invasa e modificata da un'onda d' urto fuxia e soprattutto da tutti i suoi accessori. A proposito di accessori, ricordo che la prima pagina di questo diario parlava dell'invasione di "più di 40 paia di scarpe"...beh ieri ho dedicato la mia domenica a contarle meglio e in realtà sono 58 paia. Mentre nel pomeriggio stavo finendo il censimento ecco che arriva Carlotta tutta sorridente : "Lo sai che ho fatto un affare?". (Qui apro una parentesi x i giovani mariti di tutto il mondo, la vostra fidanzata una volta trasformatasi in moglie, sostituirà la frase: " Ho comprato l'ennesima cazzata superflua e costosa" con: "Amore HO FATTO UN AFFARE!"). Tornando a noi...:"indovina?" e io trattenendo alcune lacrime che stavano uscendo spontanee :" Hai comprato delle SCARPE?" e lei : "Sìììììììììììì, color mentaaaa, va', va' che belle!...ma sei un genio, come hai fattooo?...perchè non rispondi?....cos'hai?...ma dai un bel ragazzone grande e grosso come te che piange...dimmi cosa ti è sucesso...? Jacopo!? eddai!...hai 34 anni...rispondi...

venerdì 8 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il giorno del matrimonio:







Mi sembra ieri che Carlotta si è inginocchiata davanti a me e mi ha supplicato di sposarla...ed eccoci qua dopo sette anni di fidanzamento è arrivato il fatidico 11- giugno - 2011! E' stato un giorno magico in un piccolo castello rustico con la chiesetta nel giardino, gli amici, i parenti, Carlotta che si commuove leggendo il rito del matrimonio ed io che sbaglio a leggere due paragrafi sopra una roba che non c'entra...tutto perfetto insomma. Il matrimonio è un bel momento perchè rivedi i familiari che abitano lontano ed è un'occasione per conoscere quelli della tua sposa che non hai mai incontrato. Ad un certo punto durante l'aperitivo Carlotta mi presenta una zia del Veneto, una signora sui 60 anni molto distinta e dopo un pò che parliamo arriva la domanda fatidica: "Lei di cosa si occupa...che lavoro fa?" ed io: "Guardi signora io lavoro nel campo della comunicazione e metto la mia creatività a disposizione di vari media come la Tv, il Web, campagne pubblicitarie..." in quel momento passa di lì mio padre ubriaco con la coda di un gamberone che gli spuntava ancora da un lato della bocca e interrompendomi fa alla signora:"FUFFIGLIO FELLOPULOFIP!"...e la signora: "Prego?", e mio padre deglutendo il gamberone: "..MIO FIGLIO E' QUELLO CHE MANDA IN CULO I VIP!". Prima che l' anziana e distinta zia di Carlotta si girasse per chiedermi spiegazioni, io ho fatto finta di salutare un amico in fondo al prato...e mi sono gettato nel fossato che circondava il castello.


giovedì 7 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il problema degli EX (ep.2):

Ok ieri sera è filato tutto liscio, ho cenato nel dehor dell' enoteca Bordò con i miei amici e a turno scrutavamo il cielo per vedere se compariva il Bat-segnale con le corna al posto del pipistrello, ma niente...alla fine Risiko Fuxia ha cenato con le sue amiche veramente. Scampato il problema di "Christian l'istruttore di spinning" a questo punto è giusto che vi parli del mio passato di fidanzato alle prese col " PROBLEMA DEGLI EX". Quando mi sono fidanzato con Carlotta deve essersi annebbiato il cervello di alcuni suoi ex che hanno deciso di tornare alla carica. L'istruttore di vela di Caprera ha cominciato a mandare una serie di foto in controluce dei suoi addominali al tramonto, il campione di moto è andato sotto casa sua di notte e sgommando ha disegnato con le ruote un cuore di 20 metri con dentro La "G" di Giancarlo e la "C" di Carlotta. Come se non bastasse la stessa notte è venuto sotto casa mia e mi ha scritto sgommando "SUKA" (dopodichè gli ho dovuto chiamare un carro attrezzi perchè aveva consumato tutte le gomme e non riusciva a tornare a casa...). Ma la sera dove mi sono incazzato di più è stata quando Carlotta prima di chiamarsi Risiko Fuxia è venuta a cenare da me e mentre brindavamo al lume di candela, il vetro della finestra si rompe e nel mio piatto di vellutata di verdure con i crostini si schianta una pallina da golf. Ovviamente mancavano solo più il campione di golf e quel bastardo del suo caddie. Carlotta ancora spaventata prende la pallina e legge il messaggio allegato che riportava tre frasi: 
"TI AMO ANCORA - LASCIA QUELL' IDIOTA - HO LA PORSCHE". Carlotta mi guarda sbigottita dicendo :"ti ha rotto la vetrata per dirci che ha la Porsche..." e io incazzato: "..Ma sì avrà preso il Cayman da sfigati...". In quel momento si rompe il vetro dell' altra finestra e arriva un' altra pallina con un messaggio :
 "NO,  C'HO IL GT TURBO"...

mercoledì 6 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - la cena tra amiche:


La scorsa settimana vi avevo parlato con preoccupazione della cena con le amiche di Risiko Fuxia a casa nostra approfittando della mia assenza dovuta al torneo di calcio. Ci siamo è stasera! In realtà la partita è stata anticipata a ieri, io mi sono stirato il quadricipite femorale e adesso cammino come Dr. House e dico a tutte le persone che incontro che hanno una malattia stranissima. A questo punto ho chiesto a Carlotta se stasera posso mangiare anch’io a casa con le sue amiche Sandra, Eleonora e Ilaria, e lei con un sorriso tenero mi ha risposto: “Ma figurati!”…e io : “ Ma figurati Sì o figurati No?” e lei (seria) “Figurati No”. Ok per fortuna ho trovato i miei amici Carlo Arturo, Umberto e Luca disposti ad uscire a cena con me e bere un casino di birra insieme. Però siccome vi avevo accennato del mio timore che al posto delle amiche venisse a cena “Christian l’istruttore di spinning”(v. giorno 5), io che sono furbo come una nutria e mi intendo di tecnologia, ho piazzato intorno al tavolo dove mangeranno, un sensore che rileva la presenza di gel (Christian ne mette un casino) e un altro che rileva l’olio di cocco ( lui si cosparge di quella robaccia tutto il corpo e la faccia dopo la doccia…). Questi due rilevatori manderanno un impulso a un faretto sul terrazzo che proietterà nel cielo un cerchio di luce con delle corna (un po’ come batman) e io vedendolo potrò correre a casa ed evitare che il mio primogenito nasca con i capelli a spazzola neri e con quel difetto fisico di “Christian l’elefante”
che devo capire ancora cos’è…

martedì 5 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il problema degli EX:

Non so voi, ma io ho sempre avuto qualche problema con gli ex-fidanzati delle mie fidanzate. Ci sono essenzialmente 2 categorie di EX: quelli che spariscono e se  ne fanno una ragione e quelli che ti trovi di notte nella siepe sotto casa col visore a infrarossi che continuano a cercare il contatto con quella che una volta era la loro fidanzata. Soprattutto con Risiko Fuxia ho avuto a che fare con questa seconda categoria. Lei tra l'altro ha sempre avuto fidanzati che praticano sport estremi, campioni di moto,di golf...io invece sono un pò più un tipo alla  "Fotter" il personaggio di Ben Stiller nel film "Ti presento i miei". Lo sport in cui riesco meglio sono i racchettoni in spiaggia e guido come Mr. Bean. In particolare il campione di golf col suo inseparabile caddie (ragazzo che gli porta le mazze e deve dire: "Che bello Swing Signore!") hanno tentato più volte in passato di riappropriarsi della mia fidanzata...magari nelle prossime puntate vi racconterò due aneddoti de... (rullo di tamburi)... "IL PROBLEMA DEGLI EX"! (vai con la sigla e i titoli di coda!).

lunedì 4 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il primo giorno di saldi:

Fidanzati e mariti seduti sui marciapiedi con lo sguardo nel vuoto e orde di donne piene di shopping bag con la mente tesa verso un obbiettivo preciso: COMPRARE TUTTO...non è una pagina dell' Apocalisse è...IL PRIMO GIORNO DEI SALDI. Oggi ho capito come si deve sentire una persona che rimane con la manica impigliata nelle porta di un treno Freccia Rossa...è la sensazione che ho provato io trascinato per mano dalla mia giovane sposa per tutti i negozi di Torino. L'odore di plastica bruciata che sento nell'aria proviene da tutte le carte di credito di fidanzati e mariti strisciate freneticamente nei negozi...ma io che sono furbo come uno gnu, ho preferito tagliare la mia in mille pezzetti col trinciapolli stamattina prima di uscire. Solo ora che Risiko Fuxia sta tornando verso di me con uno show room di vestiti tra le braccia...mi rendo conto che stamattina a causa del rincoglionimento post risveglio ho tagliato in mille pezzi la mia tessera sanitaria...

sabato 2 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - il bagno:





In questi giorni ho assistito inebetito alla trasformazione di quella che un tempo era la mia casa da "single". La fulminea e inesorabile avanzata della mia giovane sposa (v.cartina giorno 2 ) mi ha confinato in poche zone e per difenderle non vado neanche più a dormire perché Risiko Fuxia è scaltra come un ninja e approfitta dell'oscurità x espandersi. Il trauma più grande l'ho avuto stamattina quando mi sono reso conto di cosa era successo al bagno... Prima c'erano il mio spazzolino, il mio rasoio, un accappatoio e sul muro uno strato di dentifricio a spruzzi che sotto nascondeva uno specchio. Ora invece sono uscito di corsa perché pensavo di essere entrato in mutande da Sephora. Mi faccio coraggio e rientro trovando degli espositori decapati* e in ferro battuto con tutti gli smalti, gli shampoo e i profumi del mondo in ordine cromatico e divisi per aziende (con nomi impronunciabili come " Kiehl's" fino ad arrivare  a Dior e Chanel). Sono disorientato...non trovo più le mie cose...magari vado a cagare al bar!

*DECAPATO= oggetti e mobili dipinti di bianco, presi a calci e buttati giù dalle scale per dargli un effetto "vintage" per poi rivenderli + cari a dei malcapitati.

venerdì 1 luglio 2011

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - giorno 6:




Questa mattina ho fatto una cosa grave mettendo seriamente a repentaglio il futuro del mio matrimonio. Ho rotto una tazza da tisana che faceva parte della lista di nozze. Risiko Fuxia grazie alla lista nozze ha riempito la casa di oggetti in stile provenzale tutti decapati ( ovvero compri degli oggetti già rovinati, scoloriti e crepati e li paghi di più). Purtroppo a me fin da piccolo cadevano le cose, tant'è che i miei genitori e familiari dopo il successo del film "Edward mani di forbice" mi avevano soprannominato "Jacopo mani di merda". Ho provato a reincollare i pezzi e con orgoglio ho portato la tazza a Carlotta dicendo " Va' che bella, sembra ancora più decapata!" e carlotta mi ha risposto " Va' che bello...ho sposato un idiota".

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - giorno 5:





Ieri (giorno 5) non è succcesso niente di rilevante quindi parlerò di mercoledì prossimo. Ogni mercoledì sera io gioco a calcio in un torneo
e quindi o salto la cena oppure quand'ero single tornavo a casa e mangiavo quello che trovavo in frigo...cioè saltavo la cena. Ora la mia giovane sposa "Risiko Fuxia" ha pensato che il mercoledì sera sarà dedicato alla cena con le sue amiche...a casa nostra...senza di me... Io le ho detto:"ok!"(anche se nessuno me l'ha chiesto). Poi mentre guardavo "Chi vuol essere Milionario" ho pensato tra me e me : "...E se mi dice così e invece invita a cena Christian l'istruttore di Spinning?...". Christian e un ragazzo sui 27 anni (v. foto in allegato, non ho messo la sua per motivi di privacy,ma è un tipo un pò così...), e fa sia l'istruttore di spinning che di step in una palestra di Torino. La leggenda narra che la maggior parte dei primogeniti avuti da diverse signore della collina torinese appartengano a lui. A me in fondo sta simpatico e non credo a tutte le maldicenze su questo ragazzo, tantopiù che le signore della collina e le amiche di Carlotta lo soprannominano "Christian l' Elefante", ma io l'ho osservato bene...e non ha per niente le orecchie a sventola.

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - giorno 4:



I più arguti tra di voi avranno senz'altro notato che nella pianta della casa allegata al "Diario di un giovane sposo - giorno 2", c'è una zona rossa. Ebbene Carlotta, che d' ora in poi indicheremo col nome di "Risiko Fuxia", dopo aver conquistato il 90% dell'appartamento ha stabilito che la cucina è zona "OFF LIMITS" per il giovane sposo. Mentre mi è concesso di transitare sulle zone fuxia per raggiungere gli spazi a me adibiti, lo stesso non vale per la cucina. Ieri ho provato ad avvicinarmi fischiettando e dicendo "Magari ti do una mano..." e Risiko Fuxia senza neanche voltarsi mi ha risposto con voce severa:" No, Vattene." Io le ho risposto: " Perchè ?", e la risposta (sempre senza voltarsi) è stata :" Perchè tu fai i pasticci." A questo punto sono andato sulla mia parte di divano a vedere Chi Vuol Essere Milionario...e stamattina ho trovato dei carroarmatini fuxia messi a difesa del perimetro della cucina.

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - giorno 3:




Ieri sera la la mia giovane sposa, forse per consolarmi per le poche zone della casa assegnatemi, mi ha preparato una cenetta buonissima!
Ha apparecchiato il tavolo sul terrazzo (in modo che il mio posto fosse posizionato nell'area blu v.cartina di ieri) e ha cucinato un ottimo pollo e una ratatouille squisita. A seguire frittatina alle erbette, un formaggio che fa suo nonno che pare si chiami "Nanni" e dessert con trionfo di pesche tagliate!...Fanculo ai sofficini e l'insalata del Carrefour che mi facevo io da Single e viva il matrimonio!...Ma indovinate chi ha sparecchiato e lavato i piatti...?



inviato da aiFone 5

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - giorno 2:



Dopo aver constatato che le donne hanno tantissime scarpe pur avendo solo due piedi  (v. giorno1), oggi ho capito come si suddivide lo spazio della casa a seconda delle esigenze del giovane sposo e della giovane sposa...la cartina qui sopra
rappresenta le zone attualmente percorribili da Jacopo e le zone conquistate da Carlotta. Il nome di Carlotta è stato da me sostituito con il nome " Risiko Fuxia".
inviato da aiPad 3

DIARIO DI UN GIOVANE SPOSO - giorno 1:

La mia giovane sposa oggi è venuta a vivere da me e subito scopro che le donne hanno un casino di piedi. Con lei arrivano più di 40 paia di scarpe. Per fortuna ha portato con sè anche tanto amore, in una casa che prima non aveva fiori e nel frigo c'era solo un kiwi comprato nel settembre del 2010...dopo un pò mi ci ero pure affezionato e l'avevo chiamato Giancarlo. Ho deciso di mettere Giancarlo in frigo qualche mese fa quando mi sono accorto che non stava più bene...era sempre più simile ad una Sunsweet...Ora Gianca riposa in pace nell'organico, il mio frigo è pieno di amore e la mia casa…piena di SCARPE!